Sei il mio passato

Bastardo nemico

Piango oggi tutto il veleno

Dai tuoi serpenti iniettato.

 

Sei una macchina accartocciata..

Sei una follia dietro l’altra..

Sei una canzone maledetta..

Sei il buio e la nube

 

La roulette russa che sparava scarica

Pallottole di adrenalina e cianuro.

Sei il nero e il non-essere

L’Incongruo e l’apparire

Un La stonato e una sfibrata liana.

 

Sipario doloroso che muto rischiava di calare

Urlando rabbia in apnea

Scoppiando in bolle d’aria nell’abisso d’un insulso bacio.

 

Ti uccido

 

 

 

 

 

 

Ti rinnego

 

 

 

 

 

Non ti dimentico.

 


0 Responses to “Aτροπος”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Twitter

Flag Counter

World visitors

Map

Translate

My latest book: click and get it now

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 561 follower


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: