Sempre accartocciando
Braccia al petto in seminude mani.

Immaginavo il blu di Picasso
E le tempeste di Turner
Contemporaneamente.

Esposi l’anima come vessillo
Su lancia sanguinante ai venti dell’est.
E confrontandomi con degl’occhi il silenzio
Aggiungevo plausi stonati per le gesta dell’ignavo errante.

La burla delle luci
che sommessamente invidiavano l’oscuro
non è più affar mio.

Adesso il poi è polvere
Che graffiando calli e dita
Strappa malinconia in disadorni precipizi d’immagine.


0 Responses to “Braccia al petto in seminude mani”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Twitter

Flag Counter

World visitors

Map

Translate

My latest book: click and get it now

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 561 follower


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: